Mazzocone e Monte Croce 22 Ottobre 2023


  Scarica la traccia

Relive ‘Mazzocone e monte Croce’


Il Mazzocone (Aquila per i locali), è una delle montagne di casa, a cui si sale quando si è indecisi sulla meta da raggiungere, con la certezza di percorrere un bell’itineraio con un panorama di primordine e che offre la possibilità di allungare la gita a piacimento, verso il Monte Croce o la Massa del Turlo (Giandolino).

Partiti da Quarna Sopra (866 m), abbiamo preso la strada sterrata che sale ripida in direzione NO. Raggiunto l’alpe Preer (964 m), si lascia la strada e si prende il sentiero che si inerpica nel bosco. Proseguendo si arriva alla croce del colle della Frera e poi alla cappella di Saccarello. Il sentiero segue ora la dorsale, con un magnifico panorama sul lago e raggiunge la vetta (1424 m). Scendendo dal versante opposto, siamo arrivati al Col di Stobi, dove incontriamo la strada proveniente da Camasca, che seguiamo fino alla Bocchetta di Foglia. Lasciata la strada, saliamo per ripido sentiero la spalla E del monte Croce. Usciti dal bosco il sentiero perde pendenza e raggiunge l’ampia vetta (1643 m).

Discesa: dalla vetta del Monte Croce prendiamo il sentiero che scende in direzione S, sempre seguendo i bolli arancio dell’UTLO e, raggiungendo una sterrata, porta all’alpe Modello e al colle del Ranghetto. Abbandoniamo il percorso della gara e prendiamo la strada che torna alla Bocchetta di Foglia e a Camasca. Proseguendo sulla sterrata, passando dall’alpe Ruschini, torniamo a incontrare la strada di salita all’alpe Preer, da dove torniamo a Quarna.

Tempo di salita: 1,20 ore al Mazzocone, 2,40 ore al Monte Croce, 6,30 per la gita, comprese le soste
Dislivello: 1100 m circa, con le risalite
Sviluppo: 18,5 km circa
Difficoltà: E
Condizioni: sentiero pulito e ben segnalato: ancora presenti numerosi nastri di plastica (che spero tolgano) e bolli arancio dell’UTLO.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *