Cima Camughera


    Scarica la traccia


VALLE ANTRONA – CIMA CAMUGHERA DA SASSO MONTESCHENO

La Cima Camughera è una bella montagna che si eleva tra la val Brevettola, tributaria della Valle Antrona, e la Val Bognanco. Percorsi escursionistici (EE) la percorrono da entrambi i versanti. Parte dell’itinerario si svolge, in senso inverso, sulla traccia della gara di corsa in montagna Brevettola Race

Lasciata l’auto nella piazza di Sasso (700 m), si prende la stradina tra le case seguendo le indicazioni Colle Pianino. Si incrocia un paio di volte la strada asfaltata e la si segue in discesa per un breve tratto, per prendere una mulattiera che scende a destra, per attraversare il torrente su un bel ponte. Il sentiero inizia a salire, lasciando intravedere a tratti l’antica mulattiera, per arrivare rapidamente al bell’abitato di Vallemiola (780 m). La salita prosegue, a tratti ripidissima, passando da Aulamia e Valdosso, per iniziare un lungo diagonale verso sinistra, che, uscito dal bosco, culmina al colle del Pianino (1620 m).  Il sentiero sale ora tra radi larici fino ad una croce, in ricordo di un ragazzo, dove si stacca il sentiero per l’alpe Saudera. Un cartello indica il nostro sentiero C6, che prosegue lungo la dorsale. Qui le tracce a volte sono un po’ nascoste, ma la direzione è sempre evidente. Con numerosi saliscendi e alcuni passaggi su prati ripidi (attenzione de bagnato), si raggiunge la vetta, indicata da un grosso ometto (2249 m).

in discesa, tornato al colle, sono sceso per ripide tracce fino all’alpe Scima Prer (1350 m), per passare dall’alpe Sogno e Pra da Dom. Raggiunta la strada sterrata, l’ho seguita facendo un lungo giro che porta ad attraversare il torrente e, passando dall’alpe Carmona, sono tornato Sasso.

Tempo di salita: 3,45 ore, comprese le soste; 7,30 ore per tutta la gita
Dislivello: 1700 m circa, con le risalite
Sviluppo: 19,5 km circa
Difficoltà: EE
Condizioni: sentiero sempre evidente fino al colle del Pianino, poi le tracce sono a volte nascoste dall’erba. Segni biancorossi e ometti indicano la via. Il sentiero segue sempre la cresta, superando i tratti più impervi sul versante Brevettola.


 


 

Please follow and like us: